Vi abbiamo segnalato il 19/12/2014 questo articolo  sul nuovo Bando Isi Inail, oggi vogliamo illustrare nel dettaglio di cosa si tratta, a chi e rivolto, quante risorse finanziare sono realmente disponibili e gli aspetti operativi del Bando senza tralasciare le scadenze da tenere bene in mente nei prossimi mesi.

UPWARD lavora a questo progetto  di finanziamento a fondo perduto da circa 4 anni con ottimi risultati, questi progetti ricordiamo che prevedono un clik day alle date di seguito evidenziate, per cui è normale che alcuni progetti non riescono ad essere approvati al primo tentativo, noi scommettiamo con le Aziende e ci mettiamo dalla vostra parte e non richiediamo acconti per la preparazione del progetto. Il nostro compenso sarà erogato vista fattura solo ad approvazione del progetto.

Leggi tutta la sintesi ma per qualsiasi chiarimento o per una consulenza preventiva contattaci.

IL TARGET

Incentivare le Imprese, affinché possano realizzare interventi finalizzati al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, tramite il finanziamento di progetti di investimento e progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (compreso Legge 231).

IL CONTRIBUTO INAIL

INAIL mette a disposizione 267.427 milioni di euro in un finanziamento a fondo perduto, destinato alla realizzazione di progetti funzionali al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Ad oggi il Bando ISI 2014 risulta il più importante strumento di supporto economico, dedicato alle Imprese, mai offerto prima. Il contributo massimo erogabile è pari a €130.000, mentre quello minimo è di €5.000. L’incentivo economico si sostanzia di un contributo in conto capitale a fondo perso pari al 65 % dell’investimento, con un tetto massimo di spesa di €200.000.

ESEMPIO

INTERVENTO PARI A €200.000 (AL NETTO IVA), CONTRIBUTO A FONDO PERSO PARI A €130.000

*Per le Imprese fino a 50 dipendenti, che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, non è fissato il limite minimo di spesa.

ANTICIPAZIONE DEL CONTRIBUTO

Per i progetti che comportano un contributo pari o superiori a €30.000 è possibile richiedere una anticipazione fino al 50% del solo contributo, stipulando una fideiussione assicurativa o bancaria irrevocabile a favore dell’INAIL.

La Fideiussione dovrà essere presentata alla sede INAIL competente, entro 60 giorni successivi al ricevimento della comunicazione di ammissione.

DE MINIMIS

I Contributi erogati da INAL rispettano le condizioni e le limitazioni della Normativa Comunitaria relativa all’applicazione degli Articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione Europea agli Aiuti “DE MINIMIS”

PERTANTO:

IMPRESE: l’importo complessivo degli aiuti “de minimis” non devono superare i 200.000€ nell’arco di tre esercizi finanziari. (100.000€ per le Imprese attive nel settore trasporto su strada).

AZIENDE AGRICOLE: l’importo complessivo degli aiuti “de minimis” non deve superare i 15.000€ nell’arco di tre esercizi finanziari.

SETTORE PESCA ED ACQUACOLTURA: l’importo complessivo degli aiuti “de minimis” non deve superare i 30.000€ nell’arco di tre esercizi finanziari.

INVESTIMENTI AMESSI A CONTRIBUTO

ACQUISTO/SOSTITUZIONE DI MACCHINARI DI PROCESSO E DI SOLLEVAMENTO.

ACQUISTO/SOSTITUZIONE ED ADEGUAMENTO DI IMPIANTI DI PROCESSO E DI SICUREZZA, ANTINCENDIO ED ELETTRICI.

BONIFICA DI TETTI IN AMIANTO E RELATIVO RIPRISTINO DELLA COPERTURA.

PROGETTI PER L’ADOZIONE DI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI RESPONSABILITA’ SOCIALE (sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro SGSL-sistemi di responsabilità sociale SA8000-UNI/PdR2:2013 Settore Edilizia/Ingegneria Civile ).

ALCUNI ESEMPI DI INVESTIMENTI AMESSI A CONTRIBUTO

Bonifica Amianto unitamente al relativo ripristino del Tetto.

Macchine movimento terra.

Macchine per la movimentazione automatizzata dei carichi.

Linee automatizzate di produzione.

Acquisto di piattaforme aeree per operazioni in quota.

Trattori Agricoli.

Dispositivi/Impianti per la rilevazione/eliminazione degli agenti chimici.

Acquisto di Dispositivi/Macchinari per lo svolgimento di attività in ambienti confinati.

Installazione, modifica o adeguamento di Impianti elettrici, antincendio, di aspirazione e