Tirocini formativi 2017-08-31T09:33:30+00:00

Tirocini formativi: un grande vantaggio per la tua azienda

 

AVVIA TIROCINO

Upward è uno studio di consulenza del lavoro abilitato ad attivare i tirocini formativi tramite un apposito sportello tirocini attivo presso la propria struttura situata a Pietravairano in provincia di Caserta.

I tirocini formativi sono uno strumento per favorire l’inserimento lavorativo di alcune categorie di soggetti, riducendo significativamente gli oneri previdenziali a carico delle aziende.

Le Aziende che attivano un tirocinio formativo non sono tenute al pagamento di contributi come invece avviene per tutti gli altri rapporti di lavoro.

Il tirocinio formativo non costituisce, di fatto, un rapporto di lavoro.  Lo sportello tirocini è gestito da consulenti del lavoro che provvedono ad attivare i tirocini formativi richiesti in un tempo massimo di 4 giorni lavorativi.

L’attività dello sportello tirocini è svolta in modo da garantire alle aziende:

  • Efficienza. È lo Upward a verificare che il progetto formativo sia corretto e in linea con quanto previsto dalle norme nazionali e regionali per il tipo di azienda che ospita il tirocinante;
  • Rapidità. Upward cura i rapporti con aziende e tirocinanti, garantendo tempi certi di attivazione ed il buon fine del tirocinio stesso.
  • Economicità. Questo strumento permette alle aziende di risparmiare tempo e risorse economiche.

Vantaggi per le aziende

I Tirocini formativi attivati attraverso lo Sportello Tirocini Formativi UPWARD di Pietravairano (CE) sono:

  • Semplici. Attivare un tirocinio con lo Sportello Tirocini Formativi UPWARD è facile e immediato grazie alla consulenza normativa e procedurale effettuata in sede o on line dai consulenti del lavoro responsabili dello sportello.
  • Rapidi. Tutto il processo si svolge con immediatezza e senza l’ausilio di ulteriori intermediari.
  • Economici. I costi del compenso per la consulenza normativa e procedurale sono contenuti e comprendono l’assicurazione obbligatoria di Responsabilità Civile del tirocinante.
    Zero Costi contributivi a carico dell’azienda, per tutto il periodo di Tirocinio.
  • Garantiti. La valutazione del progetto di tirocinio garantita dalla Fondazione Studi, mette al riparo da qualsiasi problematica connessa all’attivazione dei tirocini.

LE CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEL TIROCINIO FORMATIVO:

Il tirocinio formativo è uno strumento che favorisce l’inserimento lavorativo di:

  • studenti che frequentano la scuola superiore;
  • allievi degli istituti professionali o dei corsi di formazione professionale;
  • soggetti in cerca di prima occupazione o disoccupati compresi quelli iscritti nelle liste di mobilità;
  • cittadini stranieri;
  • soggetti portatori di handicap o con svantaggio sociale;
  • studenti universitari e neolaureati.

La durata massima dei singoli tirocini è differente in base alla condizione formativa e occupazionale del tirocinante, il quale ha la possibilità di scegliere di svolgerlo anche in part-time.

Ecco la durata dei tirocini formativi in base alle relative categorie:

  • non superiore a 4 mesi per studenti della scuola secondaria;
  • non superiore a 6 mesi in caso di allievi di istituti professionali o di corsi di formazione professionale;
  • non superiore a 6 mesi in caso di lavoratori disoccupati compresi quelli iscritti nelle liste di mobilità;
  • non superiore a 12 mesi per studenti universitari o allievi di corsi di perfezionamento o specializzazione post-laurea, anchenei diciotto mesi successivi al termine degli studi;
  • non superiore ai 12 mesi per persone svantaggiate, disoccupati o inoccupati;
  • non superiori a 24 mesi per soggetti portatori di handicap.

Nel computo dei limiti temporali non si tiene conto degli eventuali periodi dedicati al servizio militare o civile e dei periodi di astensione obbligatoria per maternità. Eventuali proroghe risultano ammesse, purché entro i limiti massimi della durata su indicata.

È importante sapere che i datori di lavoro possono ospitare tirocinanti, in relazione all’attività dell’azienda e alla Regione di appartenenza (Conferenza permanente Stato e Regioni emanata in data 24 gennaio 2013 stabilisce limiti diversi da Regione a Regione), in generale:

  • aziende, Enti o studi professionali con non più di 5 dipendenti a tempo indeterminato: 1 tirocinante;
  • aziende, Enti o studi professionali con un numero di dipendenti a tempo indeterminato compreso tra 6 e 19: non più di 2 tirocinanti contemporaneamente;
  • aziende, Enti o studi professionali con più di 20 dipendenti a tempo indeterminato: tirocinanti in misura non superiore al 10%.

Tali limiti variano però da regione a regione per questo motivo i consulenti del lavoro ti sapranno illustrare la normativa di riferimento in base all’ubicazione della tua azienda.

Esempio tirocini iformativi da attivare in regione campania ha stabilito i seguenti limiti numerici:

Il numero di soggetti che l’azienda può ospitare varia a seconda delle dimensioni aziendali:

  • da 1 a 4 dipendenti massimo 1 tirocinanti
  • da 5 a 8 dipendenti massimo 2 tirocinanti
  • da 9 a 12 dipendenti massimo 3 tirocinanti
  • da 13 a 16 dipendenti massimo 4 tirocinanti
  • da 17 a 20 dipendenti massimo 5 tirocinanti
  • oltre 20 dipendenti numero tirocinanti tra 6 e il 20%
  • Solo le Aziende artigiane possono attivare un tirocinio formativo senza avere in forza personale 

I tirocini formativi sono attivati in base ad un’apposita Convenzione stipulata tra l’Ente promotore e l’Azienda ospitante, alla quale deve essere allegato uno specifico Progetto formativo e di orientamento. Il tirocinante deve essere assicurato contro gli infortuni sul lavoro e per la responsabilità civile verso terzi.

Al termine del tirocinio l’azienda ospitante rilascia un certificato dell’esperienza svolta dal tirocinante.

All’interno della Convenzione, oltre all’indicazione della sede e dell’orario di svolgimento del TFO, devono trovare esplicita menzione i seguenti soggetti:

  • Il tutor designato dall’azienda ospitante, il quale ha la funzione di favorire lo svolgimento del tirocinio, contribuendo ad illustrare al tirocinante le modalità delle fasi lavorative e a supervisionarne l’attività sia lavorativa che formativa.
  • Il tutor individuato dal soggetto promotore, che ha la funzione di controllare se il tirocinante svolga ciò che è indicato nel suo progetto formativo, intervenendo se dovessero insorgere problemi e prestando attività di orientamento.

I documenti necessari all’attivazione di un tirocinio sono:

  • richiesta di avvio del tirocinio;
  • convenzione firmata e timbrata in originale in tre copie rispettivamente dai legali rappresentanti del soggetto promotore e dell’azienda ospitante;
  • progetto formativo e di orientamento,firmato anche dal tirocinante, contenente informazioni relative a:
    – obiettivi e modalità di svolgimento del tirocinio;
    – nominativo dei tutor rispettivamente indicati dal soggetto promotore e dall’azienda ospitante;
    – estremi delle assicurazioni INAIL e Responsabilità civile;
    – periodo di svolgimento del tirocinio, sede ed orario;

Come detto il tirocinio formativo non costituisce rapporto di lavoro.

Il datore di lavoro ospitante è tenuto  (come stabilito dalla conferenza Stato Regioni) a corrispondere compenso al tirocinante e ogni regione ha stabilito l’importo minimo da erogare ai tirocinanti, questo importo varia tra i 300,00 Euro ai 600,00 Euro.

È escluso l’onere degli obblighi contributivi, ciò significa che l’Azienda nel periodo in cui ospiterà il Tirocinante, non dovrà versare con F24 contributi ai fini INPS come invece accade per la totalità dei lavoratori dipendenti  o parasubordinati.

Il tirocinante è tenuto a svolgere le attività previste dal progetto formativo, al rispetto delle norme in materia di igiene, sicurezza nei luoghi di lavoro nonché a mantenere la necessaria riservatezza per quanto attiene alle informazioni o conoscenze sui processi aziendali acquisite durante lo svolgimento del tirocinio.

Pur non essendo un lavoratore subordinato il tirocinante è tenuto a seguire e rispettare le direttive, gli orari e la disciplina aziendale limitatamente al livello necessario al corretto svolgimento del tirocinio.

Il suo referente sarà il tutor aziendale, designato dal soggetto ospitante, cui farà riferimento per ogni esigenza.

Se sei intenzionato ad usufruire dei tirocini formativi o comunque vuoi ulteriori informazioni al riguardo non esitare a contattare Upward cliccando sul pulsante che trovi in basso.

Approfitta di questa grande opportunità e affidati a consulenti del lavoro abilitati e specializzati nella gestione delle pratiche per l’ottenimento di questa agevolazione.

AVVIA TIROCINO

ARGOMENTI DEL BLOG: