Professionisti specializzati e sempre più determinanti

Se da un lato, i recenti dati dell’occupazione non sono consolanti, dall’altro non sarà sfuggito che negli ultimi vent’anni le professioni sono aumentate esponenzialmente.

Fino ad alcuni decenni fa, quando la scelta lavorativa riguardava i classici professionisti come: “medico, avvocato, professore, operaio, etc…”, nessuno avrebbe mai immaginato tutte le professioni delle telecomunicazioni, quelle legate all’informatica, al web, alla programmazione, al benessere, alle discipline olistiche ed orientali, etc… che ci sono adesso.

Al giorno d’oggi, dunque, la scelta è molto più ampia di quella di una volta, anche se non significa che le cose siano più facili: sono solo diverse. E prevedono un certo grado di specializzazione, perché la competizione è sempre altissima e l’improvvisazione non è una buona strada da seguire.

Vediamo alcune nuove possibilità.

Il settore delle biotecnologie, ad esempio, offrirà sempre maggiori sbocchi lavorativi: nanotecnologie e nano-medicina sono settori da tenere in grande considerazione, per chi deve scegliere il suo percorso universitario.

Come anche quello che riguarda l’ICT: i “mestieri del web“, per alcuni dei quali la laurea non è richiesta, vanno dalla grafica alla sicurezza informatica, passando per lo sviluppo dei software, la consulenza web analytics, la conoscenza dell’intelligenza artificiale. Senza dimenticare l’importanza degli specialisti in R&S, gli open data e big data specialists, gli esperti in computer Forensics e gli architetti dei sistemi.

Negli ultimi anni, si è andato sempre più sviluppando il settore del benessere, anche perché l’età media si è alzata e il numero delle persone anziane aumenta sempre di più. Le occupazioni nel settore della terza età sono garantite proprio dalla migliorata qualità della vita, che permette di vivere più a lungo. Ma la gente vuole anche mantenersi giovane il più possibile (vivendo al meglio gli anni in più), per cui le palestre, i centri estetici, i centri wellness, ma anche quelli in cui si seguano discipline che aiutano a rilassarsi, magari con l’aiuto di un life coach, sono sempre più richiesti.

Non dimentichiamo che, oggi, la globalizzazione ci porta a frequenti contatti, anche lavorativi, con l’estero: per questo la conoscenza delle lingue (non solo l’inglese, ma il russo, l’arabo e il cinese) è importante, insieme alle figure specializzate nel diritto internazionale, nel marketing globale, capaci di analizzare il presente per capire come sarà il futuro di un’azienda.

Per concludere, alcune professioni tutte nuove sono quelle nel campo della raccolta e del riciclo dei rifiuti (tema attualissimo), nello sviluppo e nella commercializzazione delle energie rinnovabili e figure come il Lean Manager e il Chief Digital Officer, in grado di digitalizzare un’impresa e tagliare i passaggi inutili, sono sempre più richieste.

Insomma, anche se il mercato del lavoro è difficile, dobbiamo ammettere che la sfida può essere interessante.

Nel nostro sito, sono presenti offerte di lavoro anche in questi settori; inoltre, aspettiamo il tuo CV per una valutazione.

Contattarci è facilissimo: chat, mail, telefono, ti risponderemo subito e con noi troverai tutto l’aiuto che cercavi.

By | 2015-09-21T14:44:30+00:00 settembre 21st, 2015|Consulente del Lavoro|0 Commenti

Lascia un commento