Legge di Stabilità 2015

La Legge di stabilità 2015, che ritroviamo pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, presentata dal Governo nel CdM del 15 Ottobre e firmata dal Presidente della Repubblica il 24 Ottobre, prevede misure relative al taglio del cuneo fiscale (costo del lavoro) per imprese (sgravi IRAP sulla componente lavoro) e dipendenti (Bonus IRPEF in busta paga da 80 euro), la possibilità di anticipo TFR, assunzioni agevolate con azzeramento per tre anni dei contributi sui nuovi contratti a tempo indeterminato, numerose novità in materia di IVA.

Ma in che misura incide  sulle piccole e medie imprese?

La situazione appare serena e positiva, questo perchè c’è bisogno di continuare a crescere anche se Rete Imprese Italia ritiene poco convincente il taglio IRAP del 10% a favore delle micro imprese senza dipendenti, pensato per controbilanciare l’aumento dell’aliquota al 3,9%.

L’associazione mostra qualche perplessità anche per quanto riguarda il nuovo Regime dei Minimi, che, a detta dell’ Associazione, “rischia di ridurre la platea degli aventi diritto al regime fiscale forfettario”. Per quanto riguarda il Fondo di Garanzia, l’accesso è stato ampliato alle aziende fino a 500 dipendenti:

La misura snatura la «funzione di sostegno alle imprese di minore dimensione, quelle che oggi incontrano maggiori ed evidenti difficoltà ad ottenere credito dalle banche» sottolinea Rete Imprese, secondo cui c’è il pericolo che il Fondo si trasformi «in uno strumento che consente alle banche di scaricare gran parte del rischio derivante dalle operazioni a favore di grandi imprese che non hanno certo bisogno della garanzia pubblica per ottenere credito, sprecando così risorse pubbliche. E tutto ciò a danno delle imprese di minori dimensioni».

Per quanto riguarda le aliquote IVA, è possibile che da qui al 2016, saliranno fino al raggiungere nel 2018 il 25,5%. Tant’è che Confcommercio segnala:

«Inevitabili effetti depressivi su PIL e consumi»

Per tutte le informazioni dettagliate rivolgiti direttamente a UPWARD, è possibile entrare in contatto con il nostro Studio via chat, modulo contatti, telefono, skipe.

By | 2015-09-23T10:09:55+00:00 gennaio 5th, 2015|Normativa sul lavoro|0 Commenti

Lascia un commento