L’aiuto barista è la figura che affianca il barman

Il suo ruolo è quello di svolgere mansioni di ausilio nei confronti dei colleghi di categoria superiore: svolge il classico lavoro di banco bar (escluso la preparazione delle bevande miscelate), raccoglie le ordinazioni dai clienti che riverserà al barman per la preparazione, inoltre, esegue anche la pulizia dell’attrezzatura e di tutto ciò che riguarda il luogo di lavoro.

Per poter svolgere questa mansione sono considerati rilevanti, se non essenziali, alcuni di questi requisiti:

  • possedere una cultura enogastronomica (almeno basilare);
  • essere svelti, attenti e possedere una buona memoria;
  • un’ottima capacità di concentrazione
  • è gradito avere buone doti comunicative (empatia e capacità di ascolto);
  • essere persone dinamiche;
  • avere una buona conoscenza di una o più lingue straniere;
  • avere svolto stage o aver già svolto, in precedenza, attività di commis di bar;

In questo articolo, tratteremo i seguenti punti, ma potresti essere anche interessato a questo articolo che abbiamo scritto sul 4 livello del  CCNL Turismo Pubblici esercizi minori 4 livello barman 9 cose da sapere 

  • Retribuzione minima;
  • Orario di lavoro normale;
  • Lavoro straordinario;
  • Ferie;
  • Permessi orari;
  • Dimissioni e preavviso di licenziamento;
  • Tredicesima e quattordicesima;
  • Scatti di anzianità;
  • Periodo di prova.

Se vuoi avere un consulto telefonico veloce e facile da ordinare di seguito trovi il bottone per accedere al servizio.

RICHIEDI CONSULTO TELEFONICO

Retribuzione minima 5° livello ccnl pubblici esercizi minori confesercenti

Il contratto collettivo nazionale di lavoro per dipendenti che svolgono la mansione di aiuto barista in aziende dei settori pubblici esercizi vengono inquadrati nel CCNL PUBBLICI ESERCIZI MINORI CONFESERCENTI al 5° livello.

Il commis di bar viene inquadrato nel livello 5° (commis di bar diplomato o che abbia, comunque, acquisito pluriennale esperienza o pratica di lavoro nella esecuzione delle relative mansioni ed colui che esplica mansioni di ausilio nei riguardi del personale di categoria superiore, eccezione fatta per quelle attività che siano attinenti all’uso delle macchine da caffè ed alle operazioni di mescita delle bevande alcoliche o superalcoliche.

Il commis di bar, come è stato sopra specificato, in genere viene assunto nel 5° livello e a seconda della data di decorrenza del contratto di lavoro il dipendente  verrà assunto con la  retribuzione prevista dal CCNL sarà la seguente:

Alla data in cui stiamo scrivendo questo articolo tutti i lavoratori assunti in questo livello e con questo ccnl si ritroveranno questa retribuzione:

Dal 01/02/2020 la paga base è di 905,16 mentre la contingenza è pari a 522,09 questi due importi formano il minimo contrattuale per un totale che è pari a 1427,25 ma attenzione presto ci sarà un incremento retributivo su cui vi aggiorneremo, la data prevista del nuovo minimo è 01/03/2021 se non trovi aggiornato questo articolo chiedici subito di farlo  tramite la chat presente qui su UPWARD ®

Orario di lavoro normale per l’aiuto barista non cambia rispetto al barista

La settimana lavorativa, qualunque sia la distribuzione dell’orario di lavoro settimanale, viene considerata di sei giornate. La normale durata del lavoro settimanale effettivo è di 40 ore.

Anche per questo livello contrattuale le regole rimangono le stesse anche  se di seguito si fa riferimento anche ad altre attività del settore turismo:

  • 40 ore distribuite in 5 giornate e mezza, per Alberghi, Alberghi diurni, Complessi turistico-recettivi (campeggi e villaggi turistici) e Pubblici esercizi;
  • 40 ore distribuite in 5 giornate, per le Agenzie di viaggio;
  • 40 ore (personale impiegatizio) o 44 ore (personale non impiegatizio), distribuite in 6 giornate, per gli Stabilimenti balneari.

Leggi le recensioni sul nostro consulto telefonico per dipendenti

recensioni consulto telefonico

Lavoro straordinario CCNL pubblici esercizi minori turismo

Per lavoro straordinario si intende quello eccedente il normale orario lavorativo. La richiesta di lavoro straordinario, poiché ha carattere di eccezionalità, deve essere, dal datore di lavoro, motivata da una valida giustificazione.

Si fa presente che le ore di lavoro straordinario non devono superare le 260 annue. Il lavoratore non può svolgere ore straordinarie senza l’autorizzazione del datore di lavoro. La paga oraria per il lavoro straordinario è maggiorata del 30% se svolto in orario diurno o del 60% se viene svolto in orario notturno.

Molto spesso i datori di lavoro per sopperire all’eccessivo lavoro ricorrono al lavoro a chiamata o intermittente perchè possiamo definirlo un contratto smart e a passo con i tempi ma in modo particolare si ricorre al lavoro a chiamata perchè in questo modo il datore di lavoro potrebbe avere subito a disposizione nuovo personale e non incidere troppo sui costi del personale.

Se hai bisogno di una consulenza online per la tua azienda scopri subito il servizio che segue.

consulto telefonico aziende

 Ferie per l’aiuto barista

I giorni di ferie per l’aiutante barista sono ventisei e a questi, si andranno a sommare le giornate di riposo settimanale spettanti per legge, le festività nazionali e infrasettimanali. Di norma, il periodo di ferie non è frazionabile; la ripartizione può, comunque, essere concordata con il datore di lavoro. Durante il periodo di ferie la retribuzione non subirà modifiche.

Con noi puoi verificare online e avere chiarimenti sulla tua busta paga

verifica busta paga

Permessi orari

Oltre le ferie spettano anche i permessi orari che per questo contratto ammontano a 104 ore annuali.

Dimissioni e preavviso di licenziamento

Il termine di preavviso in caso di licenziamento o di dimissioni per quanto riguarda questo specifico livello è così previsto e non cambia a secondo che si tratti di licenziamento oppure di dimissioni:
– 20 giorni (fino a 5 anni di anzianità);
– 30 giorni (da 5 a 10 anni di anzianità);
– 45 giorni (oltre 10 anni).

Scopri il nostro servizio di dimissioni e ottieni anche la consulenza.

dimissioni online

Tredicesima e quattordicesima uguale per tutti i livelli

a) Tredicesima: è previsto ovviamente anche per questo livello di inquadramento contrattuale che il datore di lavoro corrisponda una mensilità in occasione della ricorrenza natalizia qui puoi trovare un approfondimento sulla tredicesima mensilità

b) Quattordicesima: il datore di lavoro dovrà corrispondere un’ulteriore mensilità con la retribuzione del mese di giugno qui puoi trovare un approfondimento sulla quattordicesima  mensilità.

Dopo quanto tempo matura l’anzianità e l’aumento della retribuzione tramite gli scatti

Gli scatti di anzianità sono previsti come per gli altri livelli anche per l’aiuto barista e vediamo come funziona nel dettaglio circa i mesi di maturazione e l’aumento della retribuzione.

Gli scatti di anzianità maturano ogni 36 mesi fino ad un massimo di sei scatti. Per il livello 5° aiuto barista l’importo per ogni scatto è pari ad euro 32,54 euro lordi.

Periodo di prova previsto per il 5° livello aiuto barista

Nella lettera di assunzione dovrà essere indicata la durata del periodo di prova durante il quale, sarà reciproco il diritto alla risoluzione del rapporto di lavoro, senza obbligo di preavviso. La retribuzione spettante al lavoratore durante tale periodo non può essere inferiore al minimo contrattuale rispetto agli altri dipendenti.

Una volta terminato il periodo di prova, qualora il datore di lavoro non trasmetta disdetta per iscritto, il lavoratore si intenderà regolarmente assunto e tale periodo sarà computato agli effetti dell’anzianità di servizio.

Il periodo di prova per il livello 5°  è fissato in 30 giorni lavorativi. Non deve essere sottoposto a periodo di prova chi viene riassunto entro due anni presso l’azienda ove abbia già prestato servizio.

Se vuoi rimanere aggiornato su questi argomenti, iscriviti alla nostra lista gratuita di utenti a cui inviamo periodicamente tutte le informazioni sul mondo del lavoro.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. L’autore si riserva pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
L’autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.

Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla privacy e, in ogni caso, ritenuti