Domande frequenti sulle dimissioni presso i caf, i patronati e online

  • Presentare le dimissioni è possibile solo al caf o al patronato?
  • È obbligatorio inviare le dimissioni online?
  • Se non si è in possesso dello SPID chi può aiutare a trasmettere le dimissioni online?
  • Quali documenti occorrono per fare le dimissioni?
  • Posso presentare da solo le dimissioni?

Queste solo alcune delle domande a cui daremo una risposta in questo nuovo articolo.

Recedere spontaneamente dal contratto di lavoro è una procedura spigolosa, che richiede molta attenzione nell’applicazione della legge a seconda dell’attività svolta, se non hai tempo per la burocrazia, se non vuoi recarti presso un caf o un patronato o altri soggetti fisicamente o se vuoi essere seguito da un consulente del lavoro online allora compra subito il nostro servizio online di convalida delle dimissioni clicca sul bottone che segue.

DIMISSIONI DAL LAVORO ONLINE CON UPWARD ®

Documenti necessari da presentare per fare le dimissioni

Per presentare le dimissioni presso un caf o patronato ma anche presso altri soggetti abilitati come i consulenti del lavoro è necessario compilare la documentazione cartacea e fornire all’intermediario informazioni personali relative al rapporto di lavoro da cui recedere e quelle relative all’ex datore di lavoro ma prima di tutto bisogna comunicare la data dell’ultimo giorno di lavoro da cui dimettersi.

E’ molto importante firmare la delega che l’operatore dovrà scaricare direttamente dal sito del ministero del lavoro. E’ preferibile fissare un’appuntamento presso gli uffici presenti nella vostra zona che fanno caf e patronato per procedere presso la sede alla convalida delle dimissioni telematiche.

Molti lavoratori scelgono il caf o il patronato per rassegnare le proprie dimissioni perché probabilmente sono facilmente accessibili vista la presenza capillare su tutto il territorio nazionale italiano.

Le dimissioni dopo il covid-19 con il servizio online UPWARD

La pandemia scoppiata a causa del covid-19 però ci ha insegnato che tante cose che prima eravamo abituati a fare in presenza oggi è normale eseguirle a distanza e mentre prima era normale recarsi presso un ufficio fisico oggi è diventato altrettanto normale acquistare servizi in materia di lavoro online come la convalida delle dimissioni.

UPWARD Consulenti del lavoro ha inserito nel 2016 questo servizio online per la convalida delle dimissioni e nel corso di questi anni abbiamo lavorato costantemente per rendere questa procedura facile veloce e sicura. Forti di questa grande esperienza online gli utenti non ci hanno trovati impreparati durante la pandemia da Covid-19 ed infatti è ben testimoniato dalle numerose recensioni presenti nel nostro servizio online.

DIMISSIONI

Presentare le dimissioni al caf e al patronato è una buona soluzione ma siamo sicuri che potrebbe interessarti anche la nostra procedura online che viene eseguita solo ed esclusivamente da un consulente del lavoro abilitato e iscritto all’ordine del consulenti del lavoro.

DIMISSIONI DAL LAVORO ONLINE CON UPWARD ®

Brevi informazioni sull’avvento delle dimissioni online

Quando il rapporto di lavoro si interrompe per volontà del lavoratore, non si parla di licenziamento, ma di dimissioni. Prima del 2016 era sufficiente presentare una lettera cartacea di dimissioni del tipo: Io sottoscritto rassegno le mie dimissioni per motivi personali, con decorrenza dal.

A tal proposito puoi leggere un nostro precedente articolo su come scrivere una lettera dimissioni

Dopo le riforme apportate dal Jobs Act dal 12 marzo del 2016 (D.L. n.151/2015 e DM 15/12/15), i lavoratori del settore privato che desiderano presentare le dimissioni al datore di lavoro devono utilizzare il portale online messo appunto dal ministero del lavoro.

Anche la procedura di convalida della cessazione consensuale del rapporto di lavoro avviene in via telematica. Il portale del Ministero del Lavoro permette l’accesso alla pratica di dimissioni, ma è necessario sapere inserire i dati correttamente nella piattaforma. Il lavoratore dimissionario non sempre sarà in grado di procedere nel modo giusto, poiché non è a conoscenza degli aspetti legislativi relativi ai contratti di lavoro. Per questo si renderà molto utile essere seguiti da consulenti del lavoro nella pratica di presentazione delle dimissioni, affidandosi al nostro studio ottieni facilmente la ricevuta di dimissione con il protocollo telematico ma scegliendo anche la consulenza sei seguito da un esperto consulente del lavoro.

Ad oggi è obbligatorio inviare le dimissioni in via telematica, ed esistono due procedure da seguire:

Procedura 1

  • Patronati
  • Consulenti del lavoro
  • Commissione di certificazione (art.76 d.lgs 276/2003)
  • Ente bilaterale (art.2 comma 1 lettera h d.lgs 276/2003)
  • Organizzazione sindacale

Procedura 2

  • In via autonoma senza consulenza e solo se si è in possesso di SPID tramite il sito cliclavoro

Dimissioni presentate in via autonoma: cosa serve?

Per presentare in via autonoma la procedura telematica di dimissioni è necessario essere in possesso del PIN INPS se non dismesso, oppure dell’identità digitale SPID. In questo caso tutta la procedura deve essere eseguita in autonomia senza l’ausilio di un consulente del lavoro. Occorrono i dati del lavoratore e dell’ex datore di lavoro.

A tal proposito potresti essere interessato alla procedura delle dimissioni senza SPID

Dimissioni online: chi sono i soggetti abilitati

Per formalizzare l’invio telematico delle proprie dimissioni online ci si può recare personalmente presso:

  • Patronati
  • Organizzazioni sindacali
  • Enti bilaterali
  • Sedi territoriali dell’ispettorato del lavoro
  • Consulenti del Lavoro abilitati e iscritti all’ordine professionale*

*verifica qui se un soggetto è iscritto all’ordine dei consulenti del lavoro

VERIFICA ISCRIZIONE CDL

Vi ricordiamo che se la verifica da esito negativo il soggetto da voi interrogato non è iscritto all’ordine e va segnalato all’Ordine Provinciale  dei Consulenti del Lavoro.

Il nostro servizio di consulenza online è operativo dal 2016, e grazie alla professionalità e preparazione tecnico-scientifica in materia di lavoro dei nostri consulenti del lavoro si è posizionato da subito come leader nel settore della consulenza del lavoro online con il servizio di dimissioni ma anche con il servizio di consulenza telefonica per dipendenti.

Scegliendo UPWARD non sarà più necessario recarsi fisicamente al Caf o al patronato per presentare le dimissioni. Il nostro portale permette anche a chi non è in possesso dell’identità digitale SPID di inoltrare telematicamente la pratica di dimissioni e non è necessario recarsi fisicamente presso le sedi UPWARD.

Siamo attenti ai particolari e seguiamo i lavoratori in ogni fase rendendo questa pratica davvero semplice e accessibile a tutti inoltre scegliendo la consulenza potrai domandare al consulente del lavoro tutto ciò che riguarda la cessazione volontaria dal rapporto di lavoro.

Revocare le dimissioni è comunque possibile attraverso il nostro portale e con tutti gli altri sistemi citati in questo articolo, nel caso si avesse un ripensamento ma solo entro sette giorni, sarà possibile quindi revocare le dimissioni entro i termini sopra citati.

Dimissioni da un’occupazione successiva al 2008

Se l’occupazione è successiva al 2008 il sistema mostrerà tutte le comunicazioni attive precaricate dalla piattaforma. Sarà sufficiente quindi selezionare la voce corrispondente all’attuale lavoro dal quale si vuole recedere.

Indicare la data di decorrenza delle dimissioni è fondamentale perché la risoluzione del contratto abbia inizio. Ogni contratto di lavoro a seconda della categoria alla quale si appartiene presenta termini di preavviso differenti. Tali termini di preavviso sono previsti nei vari contratti collettivi, e cambiano a seconda dell’anzianità del lavoratore, e dal tipo di mansione svolta in azienda.

La presentazione di dimissioni volontarie inoltre non dà diritto a percepire il sussidio di disoccupazione. Anche nel caso in cui il lavoratore abbia ricevuto un incentivo all’esodo da parte dell’azienda, pur sporgendo dimissioni volontarie, non potrà richiedere la disoccupazione. Resta comunque intoccabile il diritto alla liquidazione del Trattamento di Fine Rapporto (TFR) e tutti i residui maturati nel corso del rapporto di lavoro. Tutte queste casistiche ma anche altre potrebbero essere motivi validi per richiedere la consulenza di un consulente del lavoro.

Dimissioni da occupazione precedente al 2008

Per le dimissioni che si desiderano presentare relativamente ad un contratto di lavoro sottoscritto prima del 2008 sarà necessario indicare il Comune dove ha sede l’azienda, il codice fiscale, e la email del datore di lavoro. Nel caso se ne abbia conoscenza si dovrà specificare anche la PEC del datore di lavoro. Naturalmente bisognerà indicare la data di decorrenza delle dimissioni, nonché i dati anagrafici e fiscali precaricati dal sistema telematico del portale.

Una volta confermato l’inserimento della presentazione di dimissioni nel sistema del portale, questo provvederà a recapitare una notifica sulla email del datore di lavoro.

In caso di ripensamenti riguardo alla cessazione del rapporto di lavoro si hanno 7 giorni per selezionare la casella di revoca della comunicazione, ed eliminare la presentazione delle dimissioni volontarie.

Dimissioni per giusta causa: consulenza e tutela

Le dimissioni per giusta causa si presentano quando il datore di lavoro non adempie ai suoi doveri in misura grave nei confronti del lavoratore, come ad esempio il mancato pagamento del salario. Dopo la terza mensilità non pagata il dipendente ha la facoltà di recedere dal contratto. Visto che l’inadempienza del pagamento della busta paga denota una pesante crisi dell’azienda, a volte è consigliabile presentare le dimissioni per giusta causa. Anche in questo caso tutta la procedura di dimissioni sarà eseguita online.

Presso il nostro studio di consulenza del lavoro verrà agilmente inviata la presentazione di dimissioni direttamente dal nostro portale che non richiede l’identità digitale SPID del lavoratore. Ma ancora più importante sarà la consulenza che in questi casi  si rivela il vero valore aggiunto come testimoniano le nostre recensioni online UPWARD.

Dal momento che è in gioco la tutela del lavoratore è bene conoscere a fondo questi aspetti tecnici riguardanti le normative sui contratti, affidandosi alla consulenza di professionisti aggio