TFR in busta paga: da venerdì 3 Aprile si può chiederlo

La sorpresa tanto attesa arriva per Pasqua: da oggi, venerdì 3 Aprile, i lavoratori dipendenti possono chiedere di avere il Tfr maturando in busta paga con quote mensili.

Da venerdì 3 aprile, entra ufficialmente in vigore il decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 19 marzo inerente all’anticipo del Tfr (il Trattamento di fine rapporto) in busta paga. I lavoratori potranno farne richiesta in qualsiasi momento ma poi non si potranno avere ripensamenti fino alla data del 30 giugno 2018. Una norma definita “sperimentale”, in quanto viene attuata dall’esecutivo per capire se ci sono o meno le premesse per rilanciare l’economia ed i consumi.

La quota si chiamerà Qu.I.R., quota integrativa della retribuzione. Per richiedere l’anticipo del Tfr in busta paga, è necessaria un’anzianità lavorativa  un’anzianità di almeno sei mesi presso lo stesso datore privato. Le imprese con meno di 50 dipendenti che dovessero registrare problemi nei flussi finanziari necessari a far fronte al maggiore esborso mensile legato alle richieste di erogazione dell’importo altrimenti destinato al trattamento di fine rapporto, potranno accedere a finanziamenti a tasso agevolato. L’anticipo sarà assoggettato a tassazione ordinaria (e non, quindi, a quella separata, più favorevole, prevista sulle liquidazioni di fine carriera). In particolare l’anticipo – secondo calcoli della Fondazione studi dei consulenti del lavoro – dovrebbe essere neutro per i lavoratori con un reddito fino a 15.000 euro mentre dovrebbero subire un aggravio fiscale quelli al di sopra di questa soglia, con un aumento annuale di tasse che, per chi ha 90.000 euro di reddito, arriva a circa 600 euro l’anno (oltre 1.800 euro in meno circa per il periodo aprile 2015-giugno 2018).

Upward, Consulenti del Lavoro, che opera su tutto il territorio di Caserta, ed in tutto il territorio nazionale tramite servizi e consulenze online, è a completa disposizione di tutte le Aziende che grazie alle nuove riforme attuative del governo, possono beneficiare degli sgravi fiscali e delle agevolazioni anche in merito alle nuove assunzioni a tempo indeterminato. E’ arrivato per tutte le pmi ed i professionisti, il momento di crescere, e con Upward si può!

Le Aziende possono richiedere i prestiti per il TFR, Upward ti aiuta!

scarica il pdf

Scarica Gratuitamente il modulo per la richiesta del tfr in busta paga.

By | 2015-04-03T08:20:23+00:00 aprile 3rd, 2015|Aggiornamenti fiscali|0 Comments

Lascia un commento