Colf e badanti: entro il 10 aprile il pagamento dei contributi

Entro il 10 aprile i datori di lavoro di colf, badanti e babysitter devono provvedere al pagamento dei contributi previdenziali relativi a gennaio, febbraio e marzo 2015.

Potete effettuare il  pagamento direttamente online, oppure, se preferite, tramite telefono o con il bollettino MAV. Oltre che ai contributi Inps, vige l’obbligo di provvedere all’integrazione in favore della Cassa sanitaria di previdenza integrativa, il cui piano sanitario è stato integrato, a decorrere da marzo di quest’anno, per accrescere le prestazioni sanitarie assicurate ai lavoratori domestici.

Riepilogo scadenze contributive 2015

  • Dal 1º al 10 aprile 2015 aprile/giugno 2015
  • Dal 1º al 10 luglio 2015 luglio/settembre 2015
  • Dal 1º al 10 ottobre 2015 ottobre/dicembre 2015
  • Dal 1º al 10 gennaio 2016

Risoluzione del rapporto nei 10 giorni successivi alla data di cessazione.

La Cassacolf

A quanto dovuto all’Inps va aggiunta la contribuzione alla Cassacolf, il cui piano sanitario è stato integrato, a decorrere da marzo di quest’anno, per accrescere le prestazioni sanitarie assicurate a questa categoria di lavoratori.

L’iscrizione alla cassa, infatti, è obbligatoria per chi applica il Ccnl sul lavoro domestico e comporta il pagamento di un contributo in misura pari a 0,03 euro per ogni ora di lavoro retribuita, con versamento tramite Inps da effettuarsi unitamente agli altri contributi previdenziali e dunque con la stessa periodicità trimestrale, entro lo stesso termine e con le stesse modalità dei contributi Inps.

colf-badanti-lavoro

Il lavoro delle Colf e delle Badanti, regolarizzare un contratto, assunzione e compensi

 


Il versamento dei contributi può essere effettuato:

  • via internet, attraverso il sito www.inps.it;
  • per telefono, chiamando il contact center 803164 e utilizzando la carta di credito;
  •  attraverso il bollettino MAV inviato dall’Inps o generato attraverso il sito istituzionale, presso le tabaccherie abilitate, le banche e gli uffici postali convenzionati.

Per determinare i contributi occorre poi sommare

  •  la retribuzione oraria;
  •  il valore convenzionale di vitto e alloggio: per le colf che sono a servizio intero o che consumano in casa uno o più pasti, pari nel 2015 a 5,44 euro al giorno di cui:
  • 1,90 per ogni pasto (pranzo e cena);
  •  1,64 per l’alloggio;
  • – la tredicesima mensilità oraria, pari ad un dodicesimo del totale della retribuzione annua; la maturazione è prevista anche nel caso in cui avvengano assenze per malattia, infortuni sul lavoro e maternità.

Per l’anno 2015, dato il tasso di inflazione pari quasi a zero, l’incremento delle retribuzioni previste contrattualmente è stato dello 0,2%; corrispondentemente l’Inps, con la circolare n. 12/2015, ha determinato le nuove fasce di retribuzione su cui calcolare i contributi dovuti per l’anno 2015 in favore dei lavoratori domestici.

Il contributo CUAF (Cassa unica assegni familiari) non è dovuto solo nel caso di rapporto fra coniugi, ammesso soltanto se il datore di lavoro coniuge è titolare di indennità di accompagnamento, e tra parenti o affini entro il terzo grado conviventi, ove riconosciuto ai sensi di legge.

Upward, Consulenti del lavoro Caserta, si occupa di redigere i contratti di assunzione di colf e badanti e ti segue passo dopo passo dalla stipula del contratto fino al licenziamento e alla gestione del rapporto con gli Enti, sbrigando ogni pratica in maniera corretta, per non incombere in contratti viziosi e quindi in onerose sanzioni. Questo è solo uno dei tanti servizi offerti ai clienti.

Per tutte le  Retribuzioni e contributi 2015, contatta Upward, Consulenti del Lavoro Caserta, l’Agenzia che opera in tutta Italia con servizi fruibili online. Assumere colf e badanti da oggi, grazie ad Upward diventa ancora più facile e conveniente. A tua completa disposizione un consulente del lavoro dedicato.

 


By | 2017-12-20T19:22:49+00:00 aprile 9th, 2015|Inps|0 Commenti

Lascia un commento